Ricerca Autori

Autori lettera F

    Théodore Flournoy

    Théodore Flournoy

    Théodore Flournoy (1854-1920) è stato uno psicologo svizzero. Insegnò dapprima psicologia fisiologica all’Università di Ginevra, poi divenne professore di storia e filosofia della scienza. Fondò nel 1901 gli Archives de psychologie con il cugino Edouard Claparède. La sua produzione si basò sull’analisi scientifica di fenomeni come il sonnambulismo, la glossolaia e la scrittura automatica, concentrandosi in particolar modo sul caso della veggente Hélène Smith. Feltrinelli ha pubblicato Dalle Indie al pianeta Marte. Il caso Hélène Smith: dallo spiritismo alla nascita della psicoanalisi (1985).

    Vai alla scheda >>

    Jacopo Fo

    Jacopo Fo

    Jacopo Fo (Roma, 1955) è scrittore, attore, regista, blogger, fumettista e attivista. Figlio di Dario Fo e Franca Rame, negli anni si è espresso con grandi risultati in vari settori aristici e letterari. Con Feltrinelli ha pubblicato ’68. C’era una volta la rivoluzione. I dieci anni che sconvolsero il mondo (1997).

    Vai alla scheda >>

    Dario Fo

    Dario Fo

    Dario Fo, nato a San Giano, in provincia di Varese nel 1926 e morto a Milano il 13 ottobre 2016, è stato uno dei più grandi uomini di teatro del mondo, consacrato dal Premio Nobel nel 1997. È stato drammaturgo, pittore, attore, regista, scenografo nonché scrittore. Con le sue opere e soprattutto con la sua concezione militante della parola e del gesto teatrali – complice il legame e la collaborazione di una vita con la moglie Franca Rame – ha svecchiato e movimentato il teatro europeo. Fra le sue opere universalmente famose Mistero buffo (1969) e Morte accidentale di un anarchico (1970). Straordinaria per vivacità e anticipazioni, la produzione che precede il suo schieramento al di fuori dei teatri pubblici: Gli arcangeli non giocano a flipper (1959), Isabella, tre caravelle e un cacciaballe (1963), Settimo, ruba un po’ meno (1964). Decisiva la sua collaborazione con la tv da Il dito nell’occhio (1953) alla sua messa al bando per la provocatoria Canzonissima del 1962. Più tardi torna in televisione, prima con la registrazione dei suoi spettacoli storici, poi con le sue lezioni d’arte. Delle sue altre pubblicazioni ricordiamo: La signora è da buttare (1976), La storia di un soldato (1979), Manuale minimo dell’attore (1987), Johan Padan a la descoverta delle Americhe (1992), Il diavolo con le zinne (1998), Lu santo jullare Francesco (1999), Sotto paga! Non si paga! (2008), Sant’Ambrogio e l’invenzione di Milano (2009), Il grillo canta sempre al tramonto (con Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, 2013) e Io e Grillo, coppia buffa e ammaliatrice (2014). In anni più recenti, L’Apocalisse rimandata, ovvero Benvenuta catastrofe! (2008), La figlia del Papa (2014), Dario e Dio (2016; con Giuseppina Manin). Con Feltrinelli ha pubblicato Il paese dei mezaràt nel 2002.

    Vai alla scheda >>

    Vittorio Foa

    Vittorio Foa

    Vittorio Foa (1910-2008), laureato in giurisprudenza, nel 1933 entra nel movimento Giustizia e Libertà. Arrestato due anni dopo, viene condannato a quindici anni di reclusione dal Tribunale speciale fascista. Partecipa attivamente alla Resistenza come dirigente del Partito d’Azione. Nel 1946 viene eletto deputato all’Assemblea costituente e negli anni cinquanta è segretario nazionale della Fiom e membro della segreteria della Cgil. A partire dal 1964 insegna Storia contemporanea nelle Università di Modena e Torino. Ritiratosi, ha vissuto a Formia fino alla morte avvenuta nell’ottobre del 2008. Ha pubblicato, tra l’altro, presso Einaudi: Il Cavallo e la Torre. Riflessioni di una vita (1991), Questo Novecento (1996), Lettere della giovinezza (1998), Il tempo del sapere. Domande e risposte sul lavoro che cambia (con Andrea Ranieri, 2000), Passaggi (2000), Il silenzio dei comunisti (2002); presso Rosenberg e Sellier: La Gerusalemme rimandata. Domande di oggi agli inglesi di primo Novecento (1985). Con Feltrinelli ha pubblicato, insieme a Carlo Ginzburg, Un dialogo (2003).

    Vai alla scheda >>

    Jerry Fodor

    Jerry Fodor

    Jerry Fodor (New York, 1935) è professore di Filosofia del linguaggio e Scienza cognitiva alla Rutgers University. È l’esponente di maggior spicco del cosiddetto “funzionalismo”. Fodor sostiene la tesi della modularità della mente e del linguaggio, secondo la quale il modulo del linguaggio sarebbe innato e l’apprendimento non sarebbe altro che “conferma di ipotesi”. Tra i suoi libri tradotti in italiano: La mente modulare. Saggio di psicologia delle facoltà (il Mulino, 1999), Mente e linguaggio (Laterza, 2003) e Gli errori di Darwin (con Massimo Piattelli Palmarini; Feltrinelli, 2012).

    Vai alla scheda >>

    Goffredo Fofi

    Goffredo Fofi

    Goffredo Fofi (Gubbio, 1937), saggista, critico teatrale e cinematografico, è stato tra gli animatori di riviste come “Quaderni piacentini”, “Ombre rosse”, “Linea d’ombra”, “La terra vista dalla luna”, e attualmente dirige “Lo straniero”. Tra i suoi libri ricordiamo: Benché giovani (1993), Più stelle che in cielo (1995), Come in uno specchio (1995), Strade maestre (1996), Sotto l’Ulivo (1998), Le nozze coi fichi secchi (1999), Alberto Sordi (2004), Da pochi a pochi (2006), I grandi registi della storia del cinema (2008), La vocazione minoritaria (2009), Per amore del mio popolo. Don Peppino Diana, vittima della camorra (2010), Le zone grigie. Conformismo e viltà nell’Italia di oggi (2011). Per Feltrinelli ha contribuito a New York Blues di Cornell Woolrich (2006); ha pubblicato, con don Giacomo Panizza, Qui ho conosciuto purgatorio, inferno e paradiso. La storia del prete che ha sfidato la ’ndrangheta (2011); ha scritto la postfazione al libro di John Cheever, Falconer (2013). Per i “Classici” ha introdotto Notre-Dame de Paris di Victor Hugo, Mephisto di Klaus Mann, Pensieri sulla vita di Gandhi, Il Tallone di Ferro di Jack London e Kyra Kyralina di Istrati Panait. Per “Urra Feltrinelli” ha scritto la prefazione a La giusta fatica di crescere (di Manuela Trinci e Paolo Sarti; 2014).

    Vai alla scheda >>

    Antonio Fogazzaro

    Antonio Fogazzaro

    Antonio Fogazzaro (Vicenza, 1842-1911), scrittore e poeta, dal 1901 al 1911 fu più volte tra i candidati al premio Nobel per la letteratura. Fu grande interprete delle tensioni fra dovere e passione che attraversavano la società italiana cattolica. Fra le sue opere spiccano, oltre a Malombra, i romanzi Piccolo mondo antico, Piccolo mondo moderno, Il Santo e Leila, annoverabili fra gli esempi migliori del romanticismo italiano. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Malombra (2011).

    Vai alla scheda >>

    Natasha Foges

    Natasha Foges

    Natasha Foges si è trasferita per un anno in Italia nel 2003 finendo per rimanercene quattro durante i quali ha fatto di tutto, dall'assistente di un paparazzo fino all'insegnante di latino prima di darsi al giornalismo di viaggio. Ora è una editor e scrittrice di viaggio con base a Londra; passa gran parte del suo tempo rimpiangendo il sole del Sud Italia e ci torna ogni volta che può per godersi l'atmosfera e la pizza migliore del mondo.

    Vai alla scheda >>

    Gianluca Folì

    Gianluca Folì

    Vai alla scheda >>

    Gala Maria Follaco

    Gala Maria Follaco

    Vai alla scheda >>

    Anna Folli

    Anna Folli

    Anna Folli insegna Letteratura moderna e contemporanea all’Università di Ferrara. Si è occupata in particolare di letteratura femminile, pubblicando Penne leggère, uno studio sulle scrittrici dell’Ottocento e del Novecento (Guerini e Associati, 2000). Oltre alla riproposta di alcune opere di Ada Negri e Neera, ha curato il carteggio di Corrado Govoni con Eleonora Duse (Pura fiamma di poesia, Bulzoni, 1984) e di Clemente Rebora con Sibilla Aleramo (Per veemente amore lucente, Scheiwiller, 1987). Ha scritto MoranteMoravia. Una storia d’amore (Neri Pozzi, 2018). Per Feltrinelli ha curato Amore lontano. Lettere al gigante biondo di grazia Deledda (2010) e ha scritto la prefazione a Una donna di Sibilla Aleramo (2013); nelle “Comete” ha curato Orsa minore (sempre della Aleramo; 2002) e Addio caro orco (di Annie Vivanti e Giosuè Carducci; 2004).

    Vai alla scheda >>

    Fondazione Zancan

    Fondazione Zancan

    La Fondazione Emanuela Zancan Onlus è un centro di studio, ricerca e sperimentazione che opera da cinquant’anni nell’ambito delle politiche sociali, sanitarie, educative, dei sistemi di welfare e dei servizi alla persona. Svolge le sue attività grazie alla collaborazione di molti studiosi ed esperti italiani e stranieri. Collabora con enti statali, regioni, province, aziende sanitarie, comuni, università, centri di studio italiani e internazionali e con soggetti privati per studi, ricerche, sperimentazioni. Feltrinelli ha pubblicato I bisogni dimenticati (1997), Gli ultimi della fila (1998), La rete spezzata (2000), Cittadini invisibili (2002) e Vuoti a perdere (2004), tutti con Caritas italiana.

    Vai alla scheda >>

    Giorgio Fontana

    Giorgio Fontana

    Giorgio Fontana (Saronno, 1981) è scrittore, giornalista e sceneggiatore. Ha pubblicato cinque romanzi (l’ultimo è Un solo paradiso), un saggio su berlusconismo e identità italiana (La velocità del buio), e un reportage narrativo sugli immigrati a Milano (Babele 56). Con il romanzo Morte di un uomo felice ha vinto il Premio Campiello 2014. Così come Deninotti, anche Fontana firma storie per "Topolino". Per Feltrinelli Comics ha pubblicato Lamiere. Storie da uno slum di Nairobi (con Danilo Deninotti e Lucio Ruvidotti).

    Vai alla scheda >>

    Alessandro Fontana

    Alessandro Fontana

    Alessandro Fontana (1939-2013) è stato docente all’École normale supérieure de Fontenay-Saint-Cloud, Hauts-de-Seine. Per Feltrinelli ha curato “Bisogna difendere la società” di Michel Foucault (2009).

    Vai alla scheda >>

    Matteo Fontana

    Matteo Fontana

    Matteo Fontana, nato a Varese nel 1977, vive a Milano. Ha pubblicato nel 2009 con Salerno editrice il romanzo Il Gioko. Si occupa di regia: al 2010 risale il primo lungometraggio, “Lupo della notte” (che ha raccolto una decina di premi in festival internazionali, e che ha scritto e co-diretto). Alcuni suoi scritti inediti hanno ricevuto riconoscimenti, come il Premio Guido Morselli. Per Feltrinelli ha pubblicato Il veleno dei ricordi (2018).

    Vai alla scheda >>

    John Foot

    John Foot

    John Foot, docente di Storia contemporanea italiana, ha insegnato presso il Dipartimento di italiano dell’University College di Londra e insegna ora all’Università di Bristol. Tra le sue opere pubblicate in italiano, ricordiamo: Il boom dal basso: famiglia, trasformazione sociale, lavoro, tempo libero e sviluppo alla Bovisa e alla Comasina (Milano, 1950-1970), (Annali della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, 1997), Milano dopo il miracolo. Biografia di una città (Feltrinelli, 2003), Fratture d’Italia (Rizzoli, 2009), Calcio. 1898-2010. Storia dello sport che ha fatto l’Italia (Bur, 2010), Pedalare! La grande avventura del ciclismo italiano (Rizzoli, 2011) e La “Repubblica dei Matti”. Franco Basaglia e la psichiatria radicale in Italia, 1961-1978 (Feltrinelli, 2014; Ue, 2017).

    Vai alla scheda >>

    Carla Forcolin

    Carla Forcolin

    Carla Forcolin (Venezia, 1950) è laureata in pedagogia e ha lavorato per venticinque anni nella scuola. Si è sempre occupata di tematiche riguardanti l’infanzia ed è presidente dell’associazione “La gabbianella e altri animali” che cura adozioni nazionali e internazionali. Collabora al “Gazzettino” di Venezia. Con Feltrinelli ha pubblicato I figli che aspettano (2002).

    Vai alla scheda >>

    Richard Ford

    Richard Ford

    Richard Ford, nato nel 1944 a Jackson (Mississippi), è considerato uno dei più grandi scrittori americani contemporanei. Con Il giorno dell’Indipendenza (1995; Feltrinelli, 1996) ha vinto i due premi più prestigiosi d’America, il Pen/Faulkner Award e il Pulitzer Prize. Feltrinelli ha pubblicato anche: Rock Springs (1989), Incendi (1991), Sportswriter (1992), Il donnaiolo (1993), Donne e uomini (2001), Infiniti peccati (2002), Lo stato delle cose (2008), Canada (2013), premio Femina 2013, Tutto potrebbe andare molto peggio (2015), finalista al premio Pulitzer 2015, e Tra loro (2017). Nel 2016 gli è stato conferito il Premio Principessa delle Asturie per la Letteratura.

    Vai alla scheda >>

    Francis Ford Coppola

    Francis Ford Coppola

    Francis Ford Coppola (1939) è regista, sceneggiatore e produttore. Grande maestro del cinema, firma la regia di capolavori indimenticabili quali Il Padrino (quattro premi Oscar), La conversazione (Palma d’Oro a Cannes), Il Padrino – Parte II (sei premi Oscar); Apocalypse Now (due Oscar e la Palma d’Oro al Festival di Cannes) e di moltissimi altri film (tra cui I ragazzi della 56ª strada; Rusty il selvaggio, Dracula di Bram Stoker). Con Feltrinelli ‟Le Nuvole” è uscito Un’altra giovinezza (2008).

    Vai alla scheda >>

    Ford Ford Madox

    Ford Ford Madox

    Ford Madox Ford (1873-1939) è stato uno scrittore britannico. Nato in una benestante famiglia cattolica del Surrey, a lui si deve una vastissima produzione letteraria, costituita da un’ottantina di opere che spaziano dal romanzo, al saggio, alla biografia. Con Feltrinelli è uscito Una telefonata (1986).

    Vai alla scheda >>

    Romano Forleo

    Romano Forleo

    Romano Forleo (Bologna, 1933), già primario di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli di Roma, si è speso per creare un nuovo concetto di parto e nascita, attento alle esigenze di mamma e bambino, finalizzato a rendere più umano ciò che ormai stava diventando uno sterile procedimento ospedaliero. Con Feltrinelli ha pubblicato Figlio figlia. Guida a una gravidanza e a un parto felice (1987).

    Vai alla scheda >>

    Carlo Formenti

    Carlo Formenti

    Vai alla scheda >>

    Giuseppe Fornari

    Giuseppe Fornari

    Vai alla scheda >>

    Edward Morgan Forster

    Edward Morgan Forster

    Edward Morgan Forster (1879-1970), amico di Virginia Woolf e uno dei più significativi rappresentanti del “gruppo di Bloomsbury”, nei suoi libri indaga con ironia e spirito libero le sottili sfumature dei rapporti umani e i vincoli delle abitudini, delle convenzioni e dei pregiudizi. Nato a Londra, dopo gli studi a Cambridge, viaggiò in Grecia, Italia e Germania. Esordì come scrittore con Monteriano: dove gli angeli temono di metter piede (1905), cui seguirono Il cammino più lungo (1907), Camera con vista (1908), Casa Howard (1910) e la raccolta di racconti L’omnibus celeste (1914). Dopo il successo di Casa Howard Forster scrisse Maurice, che fu terminato nel 1914 ma pubblicato solo postumo nel 1971. Prima della guerra viaggiò in India, vi tornò nel 1921 e vi ambientò il suo ultimo romanzo, Passaggio in India (1924). Dopo di allora abbandonò la narrativa per dedicarsi alla sola saggistica, fino alla morte avvenuta a Coventry nel 1970. I suoi libri sono stati fonti di ispirazione anche per il cinema. Feltrinelli ha pubblicato Casa Howard (1959; 1963; 1980; 2008), Monteriano (1961), Il cammino più lungo (1964) e L’omnibus celeste (1980).

    Vai alla scheda >>

    Iain Forsyth

    Iain Forsyth

    Vai alla scheda >>

    Martina Forti

    Martina Forti

    Vai alla scheda >>

    Simona Forti

    Simona Forti

    Simona Forti insegna Storia della filosofia politica all’Università del Piemonte orientale. È stata Visiting Professor alla New School for Social Research di New York. È membro del comitato scientifico dello Oldenburger Hannah-Arendt Zentrum e della giuria Der Hannah-Arendt Preis für politisches Denken, della Heinrich Böll Stiftung, Berlino-Brema. Collabora con numerosi giornali scientifici italiani e stranieri e codirige la rivista “Filosofia politica”, edita da il Mulino. Si è occupata di filosofia politica del Novecento e del pensiero di Hannah Arendt, di cui è stata una delle principali interpreti. Per Feltrinelli ha curato Archivio Arendt vol. 1 (1930-1948) e vol. II (1950-1954) e ha pubblicato anche I nuovi demoni (2012).

    Vai alla scheda >>

    Marina Forti

    Marina Forti

    Marina Forti è inviata del quotidiano "il manifesto". Ha viaggiato a lungo in Asia meridionale e nel Sud-est asiatico. Dal 1994 cura la rubrica "TerraTerra" che riporta storie quotidiane in cui si intrecciano ambiente, sviluppo e conflitti. Ha ricevuto, nel 1999, il prestigioso premio "Giornalista del mese".

    Vai alla scheda >>

    Luca Fortuna

    Luca Fortuna

    Luca Fortuna (1973), esperto di medicine naturali, ha conseguito il diploma di naturopata presso la scuola Sapamod di Torino e ha frequentato numerosi corsi di specializzazione in Italia e all’estero (Academy of Aromatherapy, Londra). Lavora come consulente per molte aziende italiane ed estere, insegna aromaterapia ed è costantemente impegnato in progetti di ricerca e realizzazione di nuovi prodotti e trattamenti. Con Urra ha pubblicato Prontuario di aromaterapia (2009).

    Vai alla scheda >>

    Michele Foschini

    Michele Foschini

    Giuliano Foschini, 34 anni, è inviato di "la Repubblica". Lavora dal 2006 nella redazione di Bari del quotidiano. Ha scritto Quindici passi (Fandango, 2009), Lo Zingaro e lo scarafaggio con Marco Mensurati (Mondadori, 2012) e ha curato Il contrario della paura del procuratore distrettuale antimafia Franco Roberti (Mondadori, 2016). Per Feltrinelli ha pubblicato Ti mangio il cuore. La quarta mafia del Gargano (2019; con Andrea Bonini).

    Vai alla scheda >>

    Giuliano Foschini

    Giuliano Foschini

    Vai alla scheda >>

    Ugo Foscolo

    Ugo Foscolo

    Ugo Foscolo (1778-1827) è stato uno dei principali scrittori del romanticismo e del neoclassicismo italiano. Molto impegnato politicamente, si oppose strenuamente alla presenza austriaca in Italia. Morirà esule a Londra. Tra le sue opere, oltre a Le ultime lettere di Jacopo Ortis, anche Dei Sepolcri, alcune tragedie e numerosi componimenti poetici. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Ultime lettere di Jacopo Ortis (1994), Rime (2008) e l’introduzione di Foscolo al Canzoniere (1992) di Francesco Petrarca.

    Vai alla scheda >>