Ricerca Autori

Autori lettera L

    Raimonda Lanza di Trabia

    Raimonda Lanza di Trabia

    Raimonda Lanza di Trabia vive a Moncalieri, dove si prende cura del suo giardino. È appassionata di pesca alla mosca.

    Vai alla scheda >>

    Peppe Lanzetta

    Peppe Lanzetta

    Peppe Lanzetta è nato a Napoli nel 1956. Ha collaborato con Edoardo Bennato, Pino Daniele, James Senese, Franco Battiato. Ha debuttato a teatro con Napoletano pentito (1983), cui seguono Roipnol (1984), Il vangelo secondo Lanzetta (1986), Lenny (1988), Caro Achille ti scrivo (1990), Tropico di Napoli (1998), Ridateci i sogni (2001), Malaluna (2003, premio Eti 2004), L’opera di periferia (2006). Attore, autore di soggetti cinematografici e regista di un cortometraggio, ha lavorato con registi come Piscicelli, Tornatore, Cavani, De Crescenzo, Loy, Martone, Sorrentino, Asia Argento, Scimeca, Zaccaro. Ha pubblicato: con Baldini & Castoldi, Un amore a termine (1998); con Paravia, In gita a Napoli (1997); con Feltrinelli, Figli di un Bronx minore (1993), Un Messico napoletano (1994), Una vita postdatata (1998), Tropico di Napoli (2000), Ridateci i sogni. Ballate (2002), Giugno Picasso (2006, premio Domenico Rea) e Incendiami la vita (2007).

    Vai alla scheda >>

    Vanessa Lapa

    Vanessa Lapa

    Vai alla scheda >>

    George Lapassade

    George Lapassade

    Vai alla scheda >>

    Georges Lapassade

    Georges Lapassade

    Georges Lapassade (1924) è professore emerito di Etnografia e Scienze dell’Edu-cazione presso l’Università di Parigi VIII.
    Considerato il padre dell’analisi istituzionale è autore di numerose opere sugli stati mo-dificati di coscienza. È stato uno dei primi studiosi a interessarsi dello sviluppo del rap in Francia e in Italia. Le principali opere tradotte in italiano sono: Il mito dell’adulto. Saggio sull’incompiutezza dell’uomo (1971), L’autogestione pedagogica. Ricerche istituzionali (1973), Gli Stati Modificati di Coscienza (1990), La dissociazione estatica (1999), Derdeba. Musica, transe e possessione fra gli Gnawa del Maghreb (2003), Gente dell’ombra (2005), Il mito dell’identità ( 2006).

    Vai alla scheda >>

    Rolf Lappert

    Rolf Lappert

    Rolf Lappert è nato a Zurigo nel 1958 e vive in Svizzera. Si è formato come artista grafico, ma poi ha aperto un jazz club e ha lavorato come sceneggiatore per molti anni. Dopo alcuni romanzi per adulti (pubblicati in Germania da Hanser), Pampa Blues (Feltrinelli, 2013) è il suo primo libro per ragazzi.

    Vai alla scheda >>

    Silvia La Regina

    Silvia La Regina

    Vai alla scheda >>

    Marica Larocchi

    Marica Larocchi

    La poetessa e traduttrice Marica Larocchi ha pubblicato tra l'altro Questa parola (Pellegrini 1972, Book 1998), Iris (Lacaita 1977), Lingua dolente (Società di poesia 1980), Fato (Società di Poesia 1987), Trieste: prose poetiche (Anterem 1993), Carabà (Manni 2000), La mangiatrice di voci (Manni 2002), L'oro e il cobalto. Poesie (1997-2000) (Book 2002), Il tavolo di lettura (Manni 2006), Le api di Aristeo (Book 2006). Sue poesie erano apparse anche nell'antologia Poesia degli anni settanta (Feltrinelli 1979). Ha curato un'antologia dei poeti parnassiani per Mondadori e ha tradotto tra l'altro Arthur Rimbaud.

    Vai alla scheda >>

    Melania La Russa

    Melania La Russa

    Vai alla scheda >>

    Christopher Lasch

    Christopher Lasch

    Christopher Lasch (1932-1994) è stato professore di Storia all’Università di Rochester. Tra i suoi libri ricordiamo: La cultura del narcisismo (Bompiani, 1981), L’io minimo (Feltrinelli, 1985, 2004), Il paradiso in terra (Feltrinelli, 1992), La ribellione delle élite (Feltrinelli, 1995, 2001).

    Vai alla scheda >>

    Ervin Laszlo

    Ervin Laszlo

    Ervin Laszlo, filosofo delle scienze e teorico dei sistemi, si è occupato anche di teoria generale dell’evoluzione. È nato nel 1932 a Budapest, in Ungheria e ha debuttato all’età di 15 anni come pianista a New York. Ha ricevuto la laurea in Honoris Causa in filosofia negli Stati Uniti, in Canada, in Finlandia, in Russia e in Ungheria. Consigliere del direttore generale dell’Unesco, è fondatore e presidente del Club di Budapest e codirettore del World Wisdom Council. È stato  nominato al Nobel per la pace nel 2004 e nel 2005. Fino a oggi, ha pubblicato circa una sessantina di libri tra cui La scienza e il campo akashico (Urra, 2007) e Risacralizzare il cosmo (Feltrinelli Urra, 2019).

    Vai alla scheda >>

    Maria Latella

    Maria Latella

    Maria Latella è giornalista di carta stampata e tv. È stata inviata per la politica al “Corriere della Sera” e ha diretto per sette anni il settimanale “A”. Editorialista e blogger del “Messaggero”, da dieci anni è autrice e conduttrice di trasmissioni su Skytg24, da ultimo il programma domenicale “L’intervista”. Ha scritto vari libri, tra cui Tendenza Veronica (2004) e Come si conquista un paese (2009). Tra i suoi interessi, la formazione (è membro del board Samsung education) e l’affermazione delle donne nel mondo del lavoro. Nel 2013 è stata premiata come giornalista dell’anno dalla Fondazione Bellisario. Per Feltrinelli ha pubblicato Il potere delle donne (2015).

    Vai alla scheda >>

    Aaron Latham

    Aaron Latham

    Vai alla scheda >>

    Serge Latouche

    Serge Latouche

    Serge Latouche è professore emerito dell’Università di Paris-Sud (Orsay). Studioso molto noto nell’ambito dell’antropologia economica, è tra gli animatori de “La Revue du Mauss”. Ha scritto numerosi libri tra cui: L’occidentalizzazione del mondo (Bollati Boringhieri, 1992), Il pianeta dei naufraghi (Bollati Boringhieri, 1993), La megamacchina (Bollati Boringhieri, 1995), L’altra Africa. Tra dono e mercato (Bollati Boringhieri, 1997), La sfida di Minerva (Bollati Boringhieri, 2000), Giustizia senza limiti (Bollati Boringhieri, 2003), Il ritorno dell’etnocentrismo (Bollati Boringhieri, 2003), Come sopravvivere allo sviluppo (Bollati Boringhieri, 2005), La scommessa della decrescita (Feltrinelli, 2007), Breve trattato sulla decrescita serena (Bollati Boringhieri, 2008), Mondializzazione e decrescita. L’alternativa africana (Dedalo, 2009), L’invenzione dell’economia (Bollati Boringhieri, 2010). Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita (Bollati Boringhieri, 2011). Per un’abbondanza frugale. Malintesi e controversie sulla decrescita (Bollati Boringhieri, 2012), Limite (Bollati Boringhieri, 2012). La decrescita prima della decrescita (Bollati Boringhieri, 2016).

    Vai alla scheda >>

    Lina Lattes

    Lina Lattes

    Vai alla scheda >>

    Michel Laub

    Michel Laub

    Michel Laub nasce a Porto Alegre nel 1973. Scrittore e giornalista, con Diario della caduta (Feltrinelli, 2013), il suo quinto romanzo, si è aggiudicato i premi Biennale di Brasilia (2012) e Bravo Prime (2011) ed è arrivato finalista ai premi Portugal Telecom (2012), Zaffari & Bourbon (2012) e São Paulo de Literatura (2012). Nel 2012 con un racconto è stato incluso nella raccolta dei venti migliori giovani autori brasiliani contemporanei messa insieme dalla rivista britannica “Granta”.

    Vai alla scheda >>

    Alain Laurent

    Alain Laurent

    Alain Laurent, filosofo e saggista, ha viaggiato a lungo per quasi tutti i deserti del mondo. Da oltre venticinque anni è membro del “Rahala”, l’associazione che raggruppa gli amici del Sahara. Ha pubblicato anche, tra l’altro, Histoires de déserts (1998). Con Feltrinelli ha pubblicato Desiderio di deserto (2001).

    Vai alla scheda >>

    Éloi Laurent

    Éloi Laurent

    Éloi Laurent è economista senior presso l'Ofce e professore presso l'Institut d'études politiques di Parigi, il Collège des hautes études européennes e la Stanford University.

    Vai alla scheda >>

    Francesco Laurenti

    Francesco Laurenti

    Vai alla scheda >>

    Isidore Lucien Ducasse Lautréamont

    Isidore Lucien Ducasse Lautréamont

    Lautréamont (o meglio “Conte di Lautréamont”) è lo pseudonimo con il quale Isidore Lucien Ducasse (Montevideo, 4 aprile 1846 - Parigi, 24 novembre 1870) si impose come una delle voci più originali della poesia francese. Figlio di un funzionario dell’ambasciata francese a Montevideo, diede alle stampe nel 1869, già sotto pseudonimo, I canti di Maldoror. L’editore, A. Lacroix, ritenne tuttavia il libro di eccessiva violenza espressiva e decise di non metterlo in vendita. Una mattina di novembre del 1870, il ventiquattrenne Lautréamont fu trovato morto nel proprio letto d’albergo. Faro dei “poeti maledetti”, la sua opera fu a lungo ignorata e finalmente valorizzata dai surrealisti che lo consideravano un loro predecessore. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” I canti di Maldoror (2010).

    Vai alla scheda >>

    Andreina Lavagetto

    Andreina Lavagetto

    Andreina Lavagetto insegna Letteratura tedesca presso l’Università di Venezia. I suoi principali ambiti di ricerca sono il primo romanticismo, la cosiddetta “klassische Moderne”, con particolare riferimento alla tradizione ebraico-tedesca (Buber, Kafka).  Di Franz Kafka ha curato Relazioni, in F. Kafka (Einaudi, 1988), La metamorfosi e tutti i racconti pubblicati in vita (“Classici” Feltrinelli, 1991), Il silenzio delle sirene. Scritti e frammenti postumi (1917-1924) (“Classici” Feltrinelli, 1994); di Thomas Bernhard ha tradotto Estinzione (Adelphi, 1996); di R.M. Rilke ha curato Diario di Parigi, (Einaudi, 2003), e Poesie (1907-1926) (Einaudi, 2005), e di Buber, Storie e leggende chassidiche, (“Meridiani” Mondadori, 2008).

    Vai alla scheda >>

    Carla Luisa Lavelli

    Carla Luisa Lavelli

    Vai alla scheda >>

    Amanda Lawrence

    Amanda Lawrence

    Amanda Lawrence è una scrittrice e un'autrice che vive tra le suggestive vigne del Quercy Blanc nel sud della Francia. Oltre a lavorare per Rough Guides ha scritto numerosi articoli sul paese su riviste come France magazine, French Entree e The French Paper.

    Vai alla scheda >>

    David Herbert Lawrence

    David Herbert Lawrence

    David Herbert Lawrence (Eastwood, 1885 - Vence, 1930) è stato fra i protagonisti di una nuova letteratura europea audace nella forma e disinibita nei temi. Oggi è riconosciuto come uno dei più importanti interpreti del passaggio fra Ottocento e Novecento. Fra le sue opere principali ricordiamo, oltre a L’amante di Lady Chatterley (1928), Figli e amanti (1913) e Il serpente piumato (1926). Feltrinelli ha pubblicato Classici americani (1991) e nei “Classici” L’amante di Lady Chatterley (2013).

    Vai alla scheda >>

    Bart Layton

    Bart Layton

    Bart Layton, londinese, è un regista conosciuto per il suo approccio assolutamente non convenzionale e innovativo. Ha diretto acclamati documentari programmati da network americani e inglesi ed è stato più volte in lizza per aggiudicarsi premi assai prestigiosi come il Best Documentary per la Royal Television society e il Best Documentary ai Grierson Awards. È direttore creativo di un’importante casa di produzione inglese, la Raw. I suoi lavori sono stati fonte d’ispirazione per importanti serial, sia negli Usa che in Inghilterra. Il suo docu-film L’impostore (2012; Feltrinelli Real Cinema, 2014) ha vinto, tra gli altri, il premio della giuria al Festival di Miami e ha ricevuto un’entusiastica accoglienza al Sundance 2012 e agli HotDoc di Toronto.

    Vai alla scheda >>

    Bianca Lazzaro

    Bianca Lazzaro

    Vai alla scheda >>

    Claudio Lazzaro

    Claudio Lazzaro

    Claudio Lazzaro (Milano, 1962) è stato per dieci anni giornalista al ‟Corriere della Sera” per cui ha seguito tra l’altro la guerra nella ex Jugoslavia e l’invasione statunitense in Iraq. Nel 2006 ha fondato Nobu Production, piccola casa di produzione che scommette sull’informazione – quella senza padroni, fatta in condizioni economiche molto vicine allo zero –, e dirige il documentario Camicie verdi: bruciare il tricolore (2006), che racconta il sottobosco leghista e la sua genetica xenofobia. Dopo il successo di Camicie verdi, Lazzaro prosegue a indagare le realtà italiane con Nazirock (Feltrinelli “Real Cinema”, 2008) e Bandiera viola (2010).

    Vai alla scheda >>

    Marco Lazzarotto

    Marco Lazzarotto

    Marco Lazzarotto è nato a Torino nel 1979, dove vive, lavora e scrive. Tra il 2002 e il 2004 ha frequentato il Master in Tecniche della narrazione presso la Scuola Holden, con la quale collabora come docente. Nel 2008 è uscito il suo primo romanzo, Le mie cose (Instar Libri), seguito nel 2013 da Il ministero della Bellezza. Lavora in editoria.

    Vai alla scheda >>

    Maria Rosario Lazzati

    Maria Rosario Lazzati

    Maria Rosario Lazzati, milanese, con La cucina del buon gusto (con Simonetta Agnello Hornby; Feltrinelli, 2013) racconta la sua esperienza culinaria, sia in famiglia sia come insegnante di cucina.

    Vai alla scheda >>

    Darian Leader

    Darian Leader

    Darian Leader, psicoanalista, insegna alla Leeds Metropolitan University e alla Brunel University di Londra. Collabora con la Croce Rossa nell’area infantile, è membro fondatore del Centre for Freudian Analysis and Research e fa parte della Scuola europea di psicoanalisi. Feltrinelli ha pubblicato Perché le donne scrivono lettere che non spediscono? (1996) e Le promesse degli amanti (1998).

    Vai alla scheda >>

    Luis Leante

    Luis Leante

    Nato a Caravaca de la Cruz (Murcia) nel 1963, Luis Leante è professore di Latino ad Alicante. Autore di racconti, teatro, romanzi, poesia e sceneggiature, con Guarda come ti amo ha vinto il premio Alfaguara 2007 presieduto da Mario Vargas Llosa.

    Vai alla scheda >>

    Serge Lebovici

    Serge Lebovici

    Vai alla scheda >>