Ricerca Autori

Autori lettera L

    Jutta Leskien

    Jutta Leskien

    Vai alla scheda >>

    Lawrence Lessig

    Lawrence Lessig

    Lawrence Lessig (http://www.lessig.org), professore di giurisprudenza e John A. Wilson Distinguished Faculty Scholar presso la Stanford Law School, è il fondatore dello Stanford Center for Internet and Society ed è presidente di Creative Commons (http://creativecommons.org). Inoltre, è membro del direttivo della Public Library of Science, della Electronic Frontier Foundation, della Free Software Foundation e di Public Knowledge. È stato incluso per due volte nell'elenco degli ‟e.biz 25” di ‟BusinessWeek” e dei ‟50 visionari” di ‟Scientific American”. Ha scritto Cultura libera (Apogeo 2005); Code, and Other Laws of Cyberspace (Basic Books 1999).

    Vai alla scheda >>

    Doris Lessing

    Doris Lessing

    Doris Lessing (1919-2013) è nata a Kermanshah, in Iran, e ha vissuto fino a trent’anni in Zimbabwe (allora Rhodesia). Nel 1949 si è definitivamente trasferita in Inghilterra. Feltrinelli ha pubblicato: L’abitudine di amare (1959), Il taccuino d’oro (1964), Il diario di Jane Somers (1986), La brava terrorista (1987), Se gioventù sapesse (1988), Il quinto figlio (1988), Racconti africani (1989), L’altra donna (1991), Martha Quest (1991), Un matrimonio per bene (1992), Racconti londinesi (1993), Echi della tempesta (1994), Sorriso africano. Quattro visite nello Zimbabwe (1994), Amare, ancora (1996), i primi due volumi della sua autobiografia, Sotto la pelle (1997) e Camminando nell’ombra (1999), Ben nel mondo (2000), Il sogno più dolce (2002), Le nonne (2004), Alfred e Emily (2008), Gatti molto speciali (2017; edizione illustrata) e, nella collana digitale Zoom, Passerotti (2011). In Italia sono stati inoltre pubblicati i romanzi fantastici Pianeta 8 (Lucarini, 1989), Discesa all'inferno (Tropea, 1996; Fanucci, 2009), Mara e Dann (Fanucci, 2004), La storia del generale Dann, della figlia di Mara, di Griot e del cane delle nevi (Fanucci, 2005), Una comunità perduta (Fanucci, 2008), Un luogo senza tempo (Fanucci, 2008) e Un pacifico matrimonio (Fanucci, 2009). Ha vinto il premio internazionale Grinzane Cavour “Una vita per la letteratura” nel 2001 e il premio Nobel per la letteratura nel 2007.

    Vai alla scheda >>

    Francesca Levato

    Francesca Levato

    Vai alla scheda >>

    Fabio Levi

    Fabio Levi

    Fabio Levi insegna storia contemporanea all'Università di Torino. Ha lavorato a lungo sulla storia degli ebrei dall'emancipazione fino allo sterminio e più in generale sulle vicende della società italiana nel Novecento. Il suo interesse per i risvolti sociopsicologici delle differenze fra gli individui lo ha anche portato a occuparsi della storia della condizione dei ciechi e lo ha reso particolarmente sensibile ai temi della convivenza e delle relazioni fra gruppi e culture diverse.

    Vai alla scheda >>

    Stefano Levi della Torre

    Stefano Levi della Torre

    Stefano Levi Della Torre (Torino, 1942), pittore e saggista, vive a Milano e insegna alla Facoltà di Architettura del Politecnico. Ha pubblicato: Mosaico. Attualità e inattualità degli ebrei (Rosenberg e Sellier 1994), Essere fuori luogo. Il dilemma ebraico tra diaspora e ritorno (Donzelli 1995, premio Pozzale-Luigi Russo 1995) ed Errare e perseverare. Ambiguità di un giubileo (Donzelli 2000).

    Vai alla scheda >>

    Simon Levis Sullam

    Simon Levis Sullam

    Simon Levis Sullam (Venezia, 1974) insegna attualmente Storia contemporanea all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si è formato e ha svolto attività di ricerca in Italia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Ha insegnato a Siena, Berkeley e Oxford. È autore tra l’altro dei volumi Una comunità immaginata. Gli ebrei a Venezia 1900-1938 (Unicopli, 2001), L’archivio antiebraico. Il linguaggio dell’antisemitismo moderno (Laterza, 2008), L’apostolo a brandelli. L’eredità di Mazzini tra Risorgimento e fascismo (Laterza, 2010). È tra i curatori, con Marina Cattaruzza, Marie-Anne Matard-Bonucci, Marcello Flores e Enzo Traverso, della Storia della Shoah (Utet, 2006-2010). Con Feltrinelli ha pubblicato I carnefici italiani. Scene dal genocidio degli ebrei, 1943-1945 (2014).

    Vai alla scheda >>

    Claude Lévi-Strauss

    Claude Lévi-Strauss

    Claude Lévi-Strauss, nato a Bruxelles nel 1908, laureato in filosofia a Parigi, tra il 1934 e il 1939 soggiornò in Brasile, insegnò all’Università di San Paolo ed effettuò due spedizioni etnografiche nel Mato Grosso e in Amazzonia. Tra il 1941 e il 1947 fu a New York, studiò l’antropologia culturale della scuola di Franz Boas e conobbe Roman Jakobson. Vicedirettore del Musée de l’Homme, ha insegnato Religioni comparate dei popoli senza scrittura presso l’École des Hautes Études e poi Antropologia sociale presso il Collège de France. Nel 1973 è stato eletto all’Académie Française. È morto nel 2009. Tra le sue opere ricordiamo: La vita familiare e sociale degli indiani nambikwara (1948), Razza e storia (1952), Tristi tropici (1955), Antropologia strutturale (1958), Il pensiero selvaggio (1962), Il crudo e il cotto (1964), Dal miele alle ceneri (1966), Le origini delle buone maniere a tavola (1968), L’uomo nudo (1971), Antropologia strutturale due (1973), La via delle maschere (1979), Lo sguardo da lontano (1983), La vasaia gelosa (1987), Storia di Lince (1993), Guardare ascoltare leggere (1993). Feltrinelli ha pubblicato Il totemismo oggi (1964, 1991) e Le strutture elementari della parentela (1969, 2003).

    Vai alla scheda >>

    Pierre Lévy

    Pierre Lévy

    Pierre Lévy (Tunisi, 1956), filosofo, allievo di Michel Serres e Cornelius Castoriadis alla Sorbona, specializzatosi a Montreal, studioso delle implicazioni culturali dell’informatizzazione, del mondo degli ipertesti, e degli effetti della globalizzazione, insegna presso il dipartimento Hypermédia dell’Università di Parigi VIII a Saint-Denis. Ha pubblicato tra l’altro Le tecnologie dell’intelligenza. L’avvenire del pensiero nell’era informatica (Synergon, 1992), L’intelligenza collettiva. Per un’antropologia del cyberspazio (Feltrinelli, 1996, 2002), Il virtuale (Cortina, 1997), Cybercultura. Gli usi sociali delle nuove tecnologie (Feltrinelli, 1998) e, con Michel Authier, Gli alberi di conoscenze. Educazione e gestione dinamica delle competenze (Feltrinelli, 2000).

    Vai alla scheda >>

    Norman Lewis

    Norman Lewis

    Norman Lewis è stato definito da Graham Greene uno dei migliori scrittori del secolo.

    Vai alla scheda >>

    Karen Libecap

    Karen Libecap

    Vai alla scheda >>

    Chiara Libero

    Chiara Libero

    Vai alla scheda >>

    Sosio Libero

    Sosio Libero

    Vai alla scheda >>

    Annamaria Lichtengerger

    Annamaria Lichtengerger

    Vai alla scheda >>

    Judith L. Lief

    Judith L. Lief

    Vai alla scheda >>

    Erik Lieshout

    Erik Lieshout

    Vai alla scheda >>

    Robin Lim

    Robin Lim

    Vai alla scheda >>

    Richard Lim

    Richard Lim

    Richard Lim – da non confondersi con l’omonimo giornalista singaporiano – ha lavorato in ambito editoriale per molti anni, compreso un periodo come editor alle Rough Guides. Attualmente cura articoli per diverse riviste sebbene regolarmente stacchi per vagabondeggiare tra il Sudest asiatico e il Medio Oriente. Vive a Londra.

    Vai alla scheda >>

    Eva Linck

    Eva Linck

    Vai alla scheda >>

    Inger Lindahl

    Inger Lindahl

    Inger Lindahl è una giovane autrice svedese. Zigge con la Zeta è il suo primo libro e ha avuto un grande successo nei paesi scandinavi.

    Vai alla scheda >>

    Astrid Lindgren

    Astrid Lindgren

    Astrid Lindgren (1907-2002) è l’autrice di Pippi Calzelunghe, una storia e un personaggio che hanno cambiato la fantasia di tutti i giovani lettori. È una delle scrittrici per l’infanzia più conosciute al mondo: i suoi libri sono stati tradotti in oltre settanta lingue e pubblicati in più di cento paesi. Il governo svedese le ha intitolato quello che è considerato il premio Nobel della letteratura per ragazzi: l’Astrid Lindgren Memorial Award. Il Grande Detective raccoglie per la prima volta in un unico volume le celebri avventure di Kalle Blomkvist pubblicate da Feltrinelli: Kalle Blomkvist il Grande Detective (2009), Sos per Kalle Blomkvist (2009) e Kalle Blomkvist e i gangster (2010).

    Vai alla scheda >>

    Marion Lindsay

    Marion Lindsay

    Vai alla scheda >>

    Douglas Lindsay

    Douglas Lindsay

    Douglas Lindsay è nato in Scozia nel 1964. Feltrinelli ha pubblicato La bottega degli errori (2008) e Il monastero dei lunghi coltelli (2011).

    Vai alla scheda >>

    Eva Lindström

    Eva Lindström

    Eva Lindström è autrice, illustratrice e sceneggiatrice cinematografica. È molto nota nell'ambito della letteratura per bambini in Svezia.

    Vai alla scheda >>

    Peter Linebaugh

    Peter Linebaugh

    Peter Linebaugh è professore di storia all'Università di Toledo (Ohio).

    Vai alla scheda >>

    Manfred Linz

    Manfred Linz

    Vai alla scheda >>

    Coudron Lionel

    Coudron Lionel

    Lionel Coudron, medico, nutrizionista, diplomato in agopuntura, biologia, medicina sportiva, insegna yoga da trent’anni. Dopo essere stato presidente della scuola di professori della Federazione francese di Hatha Yoga e aver creato l’Association Médecine et Yoga, è oggi il direttore dell’Institut de YogaThérapie di Parigi. Consacra la sua vita alla diffusione e all’insegnamento dello yoga nelle sue applicazioni mediche.

    Vai alla scheda >>

    Roope Lipasti

    Roope Lipasti

    Roope Lipasti è conosciuto all’estero come autore di fiction per adulti, anche se ha già scritto numerosi romanzi per ragazzi. Oltre a scrivere libri, lavora come giornalista ed è padre di cinque bambini. I suoi romanzi per adulti sono stati tradotti in tedesco e francese. Feltrinelli ha pubblicato, nella collana "Kids", Un nemico per amico (2015).

    Vai alla scheda >>

    Elena Lipetskaia

    Elena Lipetskaia

    Vai alla scheda >>

    Loredana Lipperini

    Loredana Lipperini

    Loredana Lipperini è giornalista e scrittrice. Collabora da molti anni con le pagine culturali di “la Repubblica” e “Il Venerdì” ed è fra i conduttori di Fahrenheit su Radio Tre. Ha pubblicato: Invito all’ascolto di Johann Sebastian Bach (Mursia, 1984), Don Giovanni (Editori Riuniti, 1987; Castelvecchi, 2006), Mozart in rock (Sansoni, 1990; il Saggiatore, 2006), Generazione Pokémon (Castelvecchi, 2000), La notte dei blogger (Einaudi Stile Libero, 2004). Feltrinelli ha pubblicato Ancora dalla parte delle bambine (2007), Non è un paese per vecchie (2010) e Di mamma ce n’è più d’una (2013). Dal 2004 ha un blog, lipperatura.it.

    Vai alla scheda >>

    Silvia  Lippi

    Silvia Lippi

    Silvia Lippi è nata a Bologna e vive a Parigi. Laureata in filosofia e in psicologia, è psicoanalista, affiliata all’associazione Espace analytique di Parigi, e psicologa all’ospedale psichiatrico Barthélémy Durand d’Etampes. È ricercatrice presso l’Università di Parigi 7 e docente titolare dell’IRPA, Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, nelle sedi di Milano e Grottammare. Ha pubblicato in Francia nel 2013 La decisione del desiderio (Premio Edipo 2014), nel 2008 Trasgressioni. Bataille, Lacan, e codiretto nel 2013 il libro collettivo Marx, Lacan: l’atto rivoluzionario e l’atto analitico. Con Feltrinelli ha pubblicato, nella collana "Eredi", Sigmund Freud. La passione dell'ingovernabile (2018).

    Vai alla scheda >>

    Clarice Lispector

    Clarice Lispector

    Clarice Lispector (1920-1977) nacque in Ucraina da una famiglia ebrea. Aveva due anni quando i genitori si trasferirono in Brasile. Pubblicò il suo primo romanzo a vent’anni. È considerata tra i massimi scrittori portoghesi. Di Clarice Lispector Feltrinelli ha pubblicato Legami familiari (1986), La passione del corpo (1987), La mela nel buio (1988), L’ora della stella (1989), La passione secondo G.H. (1991), Un apprendistato o il libro dei piaceri (1992) e Le passioni e i legami (nella collana "Le Comete", 2013) che raccoglie tutti i suoi più importanti romanzi.

    Vai alla scheda >>