Ingredienti: libri, musica, cinema, teatro, cultura, cura del corpo e della mente. Ricetta: mescola i contenuti, gli stili e gli orizzonti, inventa nuovi appuntamenti basati sull'intreccio delle arti, distribuiscili per i palazzi, le vie e le piazze di una città dal profilo unico e dalla storia millenaria.
Questo è il Cortona Mix Festival, la rassegna multidisciplinare inaugurata nel 2012 e promossa dal Comitato Cortona Cultura Mix Festival (composto da Gruppo Feltrinelli, Orchestra della Toscana, Accademia degli Arditi e Officine della Cultura) e dal Comune di Cortona: un'oasi di intrattenimento, riflessione e relax nel cuore dell'estate e dell'Italia.

Vi aspettiamo a Cortona dal 18 al 22 luglio 2018 per la settima edizione. Questi gli autori Feltrinelli presenti alla manifestazione:

Pietro Grossi - Negli abissi e ritorno
Giovedì 19 luglio ore 18,15 - Centro Sant’Agostino
Con Pietro Grossi - Letture con musica dal vivo tratta dai “The Doors”: Matteo Urro (voce); Filippo Regoli (chitarra); Giacomo Bianchi (batteria); Gianluca Caprili (tastiera).
Penna precisa come un bisturi, Pietro Grossi ricrea le atmosfere horror del suo ultimo romanzo per guidare il pubblico tra le contraddizioni dell’essere umano, mostrando quanto può essere sottile e impalpabile il confine che separa ragione e desiderio, coraggio e incoscienza, attrazione e pericolo.

Sergio Rizzo - Dal “quartierino” all’Europa, sul sentiero della finanza
Venerdì 20 luglio ore 18,15 - Centro Sant’Agostino
Con Sergio Rizzo. Un’inchiesta precisa che unisce l’accuratezza giornalistica con la capacità di inquadrare il discorso all’interno di una fluida cornice narrativa in cui ogni parola è funzionale alla più limpida chiarezza argomentativa. Ne Il pacco Sergio Rizzo delinea i tratti principali di una vicenda finanziaria di cui ancora non si conoscono tutte le implicazioni, rivelando i meccanismi malati che ne sono alla base.

Marco Damilano - Un atomo di verità nella materia del presente
21 luglio ore 19,15 – Centro Sant’Agostino
Con Marco Damilano. A 40 anni dal caso Moro, uno dei protagonisti del giornalismo italiano fa il punto sulla coscienza storica e politica del nostro Paese. Dalla fine della Prima Repubblica al Grande Fratello, dall’antipolitica alle fake news, attraverso la narrazione in prima persona del sequestro e alcuni materiali inediti dall’archivio Moro. Un appuntamento che mette in prima pagina ciò che quella vicenda, e il modo in cui fu vissuta, ci dice dell’oggi.

Vai al sito del festival

Torna alle altre news >>