Nuovi accordi sul piano culturale, scientifico e imprenditoriale. Infrastrutture digitali avanguardistiche, relazioni economiche e scelte politiche: la Cina, seconda economia mondiale, è protagonista indiscussa nel contesto internazionale. Oggi, però, rischia di essere un mondo cui si guarda con eccessive concessioni agli stereotipi: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, in collaborazione con l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, si interroga sul ruolo della potenza asiatica con il ciclo La Cina del mondo – tre incontri 27 marzo, 8 aprile, 8 maggio 2019 alle 18.30 – in viale Pasubio 5 a Milano, insieme ad alcuni dei più interessanti interlocutori della comunità cinese in Italia, studiosi italiani ed esteri, giornalisti e ricercatori indipendenti.

Perché interrogarsi sulla Cina significa mettere il nostro sguardo a indagare sull’altro: osservare la numerosa comunità attiva in molti ambiti sociali, economici e culturali; conoscere le nuove generazioni di cinesi all’estero e riflettere sulle scelte politiche e sui legami transnazionali.

 

Programma degli incontri

27 marzo: Cosa fa la Cina? La costruzione di una nuova via della seta tra Oriente e Occidente

Con Diego Angelo Bertozzi, ricercatore; Roberta Garruccio, Università degli Studi di Milano; Dino Gavinelli, Università degli Studi di Milano.

Modera Alessandra Lavagnino, Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano.

 

8 aprile: Chi sono i cinesi? Incontri tra comunità e culture

Con Patrizia Farina, Università Milano – Bicocca; Daniele Brigadoi Cologna, Università dell’Insubria.

Modera Bettina Mottura, Università degli Studi di Milano.

A seguire, orazione civile di Sergio Basso su Qiu Jin, straordinaria figura di protofemminista, poetessa e patriota vissuta tra Ottocento e Novecento, eroe nazionale in Cina, che con la sua breve vita ha rappresentato e rappresenta ancora un modello di emancipazione femminile.

 

8 maggio: Cos’è la Cina? Quale modello economico e sociale caratterizza la Cina oggi

Con Dic Lo, School of Oriental and African Studies, University of London; Vladimiro Giacché, Centro Europa Ricerche; Giuliano Marrucci, giornalista di Report.

Modera Michela Cella, Università Milano – Bicocca.

Torna alle altre news >>