Descrizione

Al nome di Michail Aleksandrovic Bakunin (1814-1876) si associa immediatamente la seducente immagine dell'anarchico libertario che ha consacrato la propria vita alla fede politica e all'attivismo rivoluzionario. Ha affrontato il carcere, la duplice condanna a morte commutata prima in ergastolo e poi in lavori forzati, la deportazione in Siberia, l'evasione e quindi la lotta per il movimento operaio e l'Internazionale, in Europa. Ha raggiunto la statura dell'eroe e ha saputo affascinare tanta gioventù di diverse epoche. Del suo eroismo affabile e seduttivo rende merito Maurizio Maggiani nella prefazione, ricreando l'aura mitica, dolce e maestosa al contempo, che ha circondato e continua a circondare il personaggio di Michail Bakunin, profeta e maestro di libertà. "Stato e anarchia", scritto nel 1873, fu pubblicato in russo, senza il nome dell'autore, a Zurigo. Distribuito clandestinamente in Russia, esercitò un'influenza profondissima sulla gioventù rivoluzionaria.

Conosci l’autore

Michail A. Bakunin

Michail Alexandrovič Bakunin, nato in Russia nel 1814, è il principale esponente del movimento anarchico internazionale nell’Ottocento. Visse a lungo in Occidente (Germania, Svizzera, Francia, Italia), consacrò la propria vita alla fede politica e all’attivismo rivoluzionario e affrontò il carcere, la duplice pena di morte commutata in ergastolo prima e lavori forzati poi, la deportazione in Siberia, l’evasione e la lotta per il movimento operaio e l’Internazionale. È morto nel 1876. Feltrinelli ha pubblicato nel 1968 la sua opera principale, Stato e anarchia, scritta nel 1873, data alle stampe anonima a Zurigo e distribuita clandestinamente in Russia.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2013
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
272
Prezzo: 
9,50€
ISBN: 
9788807882296
Genere: 
Saggistica 
Traduttore: 
Giovanni Corradini
Prefatore: 
Maurizio Maggiani
Traduttore: 
Nicole Vincileoni