Descrizione

“Ciò che caratterizza l’atto di giustizia non è il ricorso a un tribunale e a dei giudici; non è l’intervento dei magistrati (anche quando si limitavano a essere dei mediatori o degli arbitri). A caratterizzare l’atto giuridico, il procedimento o la procedura in senso ampio, è lo sviluppo regolato di una controversia. E in questo sviluppo, l’intervento dei giudici, il loro parere o la loro decisione costituiscono sempre e soltanto un episodio. Ciò che definisce l’ordine giuridico è il modo di affrontarsi, la maniera in cui ci si scontra. La regola e la lotta, la regola nella lotta: è questo il giuridico.”
Teorie e istituzioni penali è il titolo scelto da Michel Foucault per il corso che tenne al Collège de France dal novembre 1971 al marzo 1972. In queste lezioni Foucault ha teorizzato per la prima volta la questione del potere, che sarà al centro della sua ricerca fino alla scrittura di Sorvegliare e punire nel 1975 e oltre. A partire dallo studio minuzioso della repressione architettata da Richelieu per respingere l’insurrezione dei Piedi scalzi (1639-1640), il corso analizza la nascita di un dispositivo del potere che rompe con le istituzioni giuridiche e giudiziarie del Medioevo e si sviluppa in un apparato di repressione statale, la cui principale funzione è difendere il proprio ordine.
Con lo studio delle “matrici giuridico-politiche” prende forma l’approccio sistematico alla storia della verità, già avviato l’anno precedente con le Lezioni sulla volontà di sapere, ed emerge il ruolo centrale della relazione tra sapere e potere. Con questo volume si conclude la pubblicazione delle lezioni tenute da Michel Foucault al Collège de France, cominciata in Francia nel 1997.

“La verità dell’esperienza è figlia dell’inquisizione – del potere politico, amministrativo, giudiziario di porre domande, di estorcere risposte, di raccogliere testimonianze, di controllare affermazioni, di stabilire fatti.”

Recensioni d'autore

  • Un testo seminale.

  • La natura produttiva della repressione.

  • Foucault regola i conti con Marx.

Conosci l’autore

Michel Foucault

Michel Foucault (1926-1984) è stato filosofo, archeologo dei saperi, saggista letterario. Autore di opere di importanza fondamentale per il pensiero contemporaneo, ha insegnato al Collège de France dal 1971 all’anno della morte. Feltrinelli ha pubblicato: Scritti letterari (1971), La storia della sessualità (3 voll., 1984-1985) e Archivio Foucault (3 voll., 1996-1998). Ha in corso di pubblicazione l’intera collezione dei corsi. Sono già disponibili: “Bisogna difendere la società” (1998), Gli anormali (2000), L’ermeneutica del soggetto (2003), Il potere psichiatrico (2004), Sicurezza, territorio, popolazione (2005), Nascita della biopolitica (2005), Il governo di sé e degli altri (2009), Il coraggio della verità (2011), Del governo dei viventi (2014), Lezioni sulla volontà di sapere (2015), La società punitiva (2016), Soggettività e verità (2017), Teorie e istituzioni penali (2019).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2019
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
352
Prezzo: 
35,00€
ISBN: 
9788807105425
Genere: 
Saggistica, Università 
Curatore: 
Deborah Borca
Traduttore: 
Deborah Borca
Curatore: 
Pier Aldo Rovatti