Descrizione

Quando la vita si squaderna davanti agli occhi della memoria, non sono solo i fatti a emergere ma anche le passioni che li hanno ispirati: i movimenti dell'anima sembrano trovare negli eventi il loro compimento, e viceversa. Un giudice e un terrorista, che hanno condiviso il tempo dell'infanzia e ora si ritrovano l'uno di fronte all'altro a condividere, paradossalmente, la luce accecante dell'interrogatorio, evocando sulla scena di quell'estremo teatro di violenza e tenerezza, rispetto e diffidenza, odio e amore. Nell'intrecciarsi e rovesciarsi dei loro destini - l'uno inconcludente rampollo dell'alta borghesia; l'altro figlio dei servitori venuti a Lisbona dalla campagna - sono stati compagni di giochi. E ora, inermi di fronte al groviglio della sorte, non possono non ricordare: quando fumavamo di nascosto le sigarette del nonno professore, quando spiavamo le ragazze al bagno e le avventure omosessuali della nonna, quando cercavano sui tetti e nei pozzi i nidi delle cicogne. E' l'eco del passato che squarcia, impietoso e consolante, il velo di un presente senza senso, corrotto e obliquo, per modulare l'unico possibile controcanto alla ferrea realtà del potere. Il tutto in una lingua densa, immaginifica, potente, aggrovigliata in tensioni visionarie e allucinate, tanto più forti quanto più la tentazione barocca del trattato le vuole imbrogliare.

Conosci l’autore

António Lobo Antunes

António Lobo Antunes è nato a Lisbona nel 1942. Ha esercitato la professione di medico psichiatra nell’ospedale Miguel Bombarda della capitale e ha partecipato alla guerra coloniale in Angola come tenente, chirurgo e psichiatra: un’esperienza che ha più volte rievocato, soprattutto nei suoi primi libri. Considerato uno degli autori europei più importanti, le sue opere sono tradotte in oltre quindici lingue. Il suo romanzo d’esordio, Memória do Elefante, è del 1979. Dalla metà degli anni ottanta si dedica esclusivamente alla scrittura. Feltrinelli ha pubblicato Trattato delle passioni dell’anima (1998), L’ordine naturale delle cose (2001), La morte di Carlos Gardel (2002), Che farò quando tutto brucia? (2004), Buonasera alle cose di quaggiù (2007), In culo al mondo (2009), Lettere dalla guerra (2009), Spiegazione degli uccelli (2010), Arcipelago dell’insonnia (2013), Non è mezzanotte chi vuole (2018) e Lo splendore del Portogallo (2019).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 1998
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
352
Prezzo: 
17,04€
ISBN: 
9788807015380
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Rita Desti