Descrizione

"Perché a nessuna società ferroviaria è mai venuto in mente di istituire scompartimenti per taciturni o per lettori?" (Peter Noll).
Sul treno - immaginario e non - con cui Grazia Cerchi ha viaggiato in trent'anni di cultura italiana, quello scompartimento c'era davvero. Lo si percepisce sia che parli di libri pubblicati o da pubblicare, di autori da sostenere o da dissuadere, di editing o di critica. Si avverte nel raccoglimento, nella severità, nella passione della lettura. Questo volume propone una scelta ampia e significativa dei suoi interventi giornalistici, delle interviste, e dei ritratti di scrittori apparsi su molti quotidiani o periodici con cui Grazia Cherchi ha collaborato. Si ricompone così il mosaico di una personalità starordinaria, di una "lettrice militante", attentissima agli slittamenti del costume e alle geometrie della società letteraria, capace di forzare i confini angusti dei "felici pochi" promettendo alla sua ideale comunità di lettori l'infinito intrattenimento della letteratura.

Conosci l’autore

Grazia Cherchi

Grazia Cherchi (1937-1995) è stata uno dei più vivaci protagonisti della scena culturale italiana, a partire dagli anni sessanta quando con un gruppo di amici fondò e diresse i “Quaderni piacentini”. Dopo essere stata “lettrice” di narrativa nell’editoria, passò al giornalismo tenendo rubriche su “Linus”, “il manifesto”, “Panorama”, “Millelibri”, “l’Unità”. Nel 1991 è uscita con e/o una sua raccolta di racconti brevi dal titolo Basta poco per sentirsi soli. Ha scritto un romanzo, Fatiche d’amore perdute, pubblicato da Longanesi nel 1993. Con Feltrinelli è uscito Scompartimento per lettori e taciturni. Articoli, ritratti, interviste (1997).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 1997
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
304
Prezzo: 
10,33€
ISBN: 
9788807814310
Genere: 
Tascabili 
Contributi: 
Piergiorgio Bellocchio
Contributi: 
Giovanni Giudici
Curatore: 
Roberto Rossi